Rieti: Vacanze e visita di Rieti

Vacanze a Rieti passando dalla sua storia.

Al margine sud-orientale di una conca chiusa tra le pendici dei Monti Sabini e Reatini, è dominata dal Terminillo, chiamata la montagna di Roma, importante meta sciistica del centro Italia.
Rieti è l'antica "Reate" dei Romani, una delle più importanti città della Sabina. Il territorio, oltre al suo aspetto ambientali ed architettonico, è ricco di castelli, antiche chiese, santuari, i borghi monastici. Questa parte del Lazio, rappresenta un angolo dell'Italia ancora incontaminato e sicuramente tutto da scoprire.
Lontano dagli itinerari di massa e aperto ad un turismo più attento e consapevole che ama l'arte, la natura, il piacevole contatto umano ed il rispetto delle antiche tradizioni.
La provincia di Rieti offre tutto questo; Aziende Agrituristiche, antiche trattorie che sapranno offrirvi ricette tipiche, artigianato locale, accoglienza e cordialità

L'acqua rappresenta per la provincia di Rieti una grande, preziosa, inesauribile risorsa: i numerosi laghi, le fresche e limpide sorgenti, i fiumi che irrorano ampie e fertili pianure.
L'acqua, bene prezioso per la vita e per la salute: le acque termali della provincia di Rieti sono presenti in numerose località: famose le acque termali di Cotilia, di Cottarella, le acque sulfuree di Antrodoco, le sorgenti minerali di Fonte Lupetta a Greccio e di Fonte Cannella ad Accumoli.

Natura incontaminata, colline verdi, macchie scure di boschi e foreste, maestose cime innevate, fiumi limpidi e laghi argentei: questa è la provincia di Rieti, attraente per natura.

Il territorio conserva un fascino particolare, costituendo un'oasi di selvaggia bellezza che ha saputo mantenersi intatta: dai Santuari francescani, carichi di atmosfere mistiche, ai castelli; dai borghi che raccontano culture antiche e tradizioni mai
abbandonate, alle sconfinate distese di oliveti; dai pendii, ora dolci ora scoscesi, ai monti impervi.

La stazione sciistica del Terminillo e gli impianti sportivi, assieme alle manifestazioni culturali e alle prelibatezze gastronomiche di questa terra, assicurano un piacevole soggiorno all'insegna del benessere e del divertimento.

La tradizione che vuole Rieti centro d'Italia è antichissima. Allo scrittore Marco Terenzio Varrone (116-27 a. C.) è affidata la prima citazione in cui si parla della piana reatina come centro della Penisola.

Rieti è situata alle pendici del monte Terminillo, lungo la valle disegnata dal fiume Velino. Possedimento romano e successivamente residenza papale, la città conserva un'imponente e monumentale cinta muraria due-quattrocentesca.

Passeggiare tra le strade e le piazze vuol dire immergersi nella storia e nell'arte. Il Palazzo Comunale, in piazza Vittorio Emanuele II, fu eretto nel XIII sec. e riedificato nel XVII sec. Il Duomo, con il suo campanile romanico e il portico del 1458, conserva opere d'arte mirabili.

I palazzi nobiliari impreziosiscono il centro, come il cinquecentesco Palazzo Vecchiarelli ad opera di Carlo maderno o come il Palazzo della Prefettura, ornato dalla splendida loggia di scuola vignolesca che si affaccia panoramicamente sulla parte bassa del centro storico.
Uno dei simboli culturali della città è il Teatro Flavio Vespasiano, piccolo gioiello d'acustica la cui cupola è totalmente ricoperta dal dipinto con il trionfo di Vespasiano e Tito dopo la presa di Gerusalemme.
Le vie del centro ospitano anche le vestigia del Ponte Romano, adagiate sul letto del fiume Velino. Simbolo della storia e della vita cittadina, le sue acque limpide e il suo ecosistema rappresentano un vero gioiello naturale nel cuore del centro abitato.

La città continua ancor oggi ad arricchirsi di monumenti e tesori, come il Monumento alla Lira inaugurato nel 2003 e già diventato una meta turistica.





 
Ultime notizie pubblicate