Ferie e Soggiorni in Lazio

Ferie in Lazio, visitirare Roma non basta per scoprire le bellezze di questa regione.


Le Città da scoprire in Lazio: Alatri, Anagni, Caprarola, Cerveteri, Civita Castellana, Civitavecchia, Ferentino, Fiuggi, Gaeta.

Il Lazio è una regione di storia, arte, cultura, spesso lievemente occultate all’occhio del turista: Roma, infatti, splendidamente e orgogliosamente accoccolata al centro del suo territorio, cattura sempre tutti gli sguardi possibili, affascinando a prima vista con la sua ineffabile veste di sirena. Eppure la terra che la contiene è un fantastico Lazio delle meraviglie, ricco di magie che sono pronte ad esercitare i loro incanti verso chiunque voglia vederle. Tra oasi naturalistiche e castelli, tra abbazie e antiche tradizioni, spiccano i numerosissimi borghi medievali della nostra Regione, spesso collocati arditamente su speroni di roccia dal panorama mozzafiato, talora adagiati sulle sponde di laghi e fiumi o distesi in conche ridenti e tranquille, oppure spalmati a mezza costa sulle colline che fanno ala alle grandi aree di strada.
Le nostre cinque province sono ricche di antichi centri storici, quasi tutti perfettamente conservati, e nel loro cuore pulsante di vita antica, la gente abita da secoli, conservando le case della tradizione, calcando i vecchi selciati a pietroni, godendo gli scorci dei mille suggestivi vicoli, guardando con occhi millenari gli stessi panorami sui quali si perdevano gli sguardi dei loro avi. Il Lazio, regione dai mille confini e dalle mille anime, nel cui cuore confluiscono le eredità etrusche e latine, dove i signori stranieri si davano convegno e incrociavano i loro eserciti, dove l’autorità della Chiesa ha riposto da secoli le pietre miliari del suo antico potere, è stata dunque una delle terre privilegiate per lo sviluppo e la crescita di borghi costruiti sull’onda della formazione dei Comuni. Durante il Medioevo, attorno alle rocche e alle fortezze dei signorotti locali crebbero villaggi e piccoli agglomerati urbani, nuclei dell’esistenza quotidiana del contado e centri vitali di scambi , lavoro e commerci. Antichi statuti, gloriose storie araldiche, famose battaglie, sono all’origine dei borghi medievali nel Lazio e coloro che oggi li visitano troveranno agli angoli delle strade, sulle antiche mura, nelle ricche biblioteche, i tanti segni tangibili di una storia che racconta le caratteristiche sociali, economiche e culturali dei suoi territori.
Questa sezione vuole proporre alcuni spunti per un viaggio alla riscoperta di quei luoghi antichi e moderni che sono i borghi del nostro passato,e che perciò parlano della nostra storia. Visitarli, e riuscire a catturarne le antiche a magiche atmosfere, è un sfida della conoscenza, ma anche del gusto, della bellezza, dell’armonia, che coinvolge case e persone, chiese e tradizioni, abitudini e sapori, arte e cultura. Il fil rouge che si dipana attraverso i tanti borghi medievali laziali è la valorizzazione delle identità locali lungo una storia comune, che è quella del territorio e della tradizione. Ogni borgo, con la sua unicità e la sua suggestione, parla una storia particolare, con le sue leggende, le sue feste, le sue radici, le sue attrazioni turistiche, e il modo peculiare in cui la vita medievale si è sviluppata incontrando la modernità: vogliamo cercare di raccontare immagini e sensazioni di queste storie, e suggerire itinerari e riflessioni, che possano condurre i visitatori attraverso un cammino di conoscenza nelle più autentiche e rappresentative “anime” della nostra Regione.

 
Ultime notizie pubblicate